Arthur Schopenhauer

 

"La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro. Leggerli in ordineè vivere. Sfogliarli a caso è sognare."
 

Arthur Schopenhauer (1788-1860) è stato un famoso filosofo tedesco. Per lui il mondo era come rappresentazione.

Qui sotto alcune tra le sue frasi più belle:

Quanto uno ha pensato di vero o ha portato alla luce dalle tenebre, dovrà pure un giorno o l'altro venir colto da un qualsiasi spirito pensante e colpirlo, rallegrarlo e confortarlo; ed è proprio per costui che si parla, come per noi hanno parlato quelli che ci somigliano e che son diventati il nostro conforto nel deserto della vita.

...

 

La fine della vita avviene come la fine di un ballo mascherato quando tutti si tolgono la maschera. Allora si vede chi erano veramente coloro coi quali si è venuti in contatto durante la vita.

...

 

In genere è consigliabile palesare la propria intelligenza con quello che si tace piuttosto che con quello che si dice. La prima alternativa è saggezza, la seconda è vanità.

...

 

L'essenza della speranza consiste nel fatto che la Volontà obbliga il proprio servitore, l'intelletto, quando questo non può procurarle l'oggetto desiderato, a fornirgliene almeno l'immagine, ad assumere in generale il ruolo del consolatore e a calmare il suo padrone, così come la balia calma il bambino con favole aggiustate in modo che acquistino una qualche apparenza di verità.

...

 

Leggere significa pensare con la testa altrui invece che con la propria.

...

 

Di fronte agli sciocchi e agli imbecilli esiste un modo solo per rivelare la propria intelligenza: quello di non parlare con loro.

 

...

 

Né amare né odiare: questa è la metà di ogni saggezza. Nulla dire e nulla credere è l'altra metà. Certo però si volgeranno volentieri le spalle a un mondo che rende necessarie norme come questa.

 

...

 

La pietà per ogni essere vivente è la prima valida garanzia per il buon comportamento dell'uomo.

 

...

 

La vita umana è come un pendolo che oscilla incessantemente fra noia e dolore, con intervalli fugaci, e per di più illusori, di piacere e gioia.

 

...

 

La qualità più utile alla nostra felicità è quella di bastare a noi stessi, di essere tutto a noi stessi in ogni cosa e di poter dire omnia mea mecum porto.

 

...

 

Non v'è dubbio che la vita non ci sia stata data perché ne godiamo, ma per vincerla, per superarla.

 

...

 

La verità passa per tre gradini: viene ridicolizzata, viene contrastata, viene accettata come ovvia.

 

...

 

Chi non ama la solitudine non ama neppure la libertà, perché si è liberi unicamente quando si è soli.

 

...

 

Matrimonio = guerra e necessità; vita da single = pace e prosperità.

 

...

 

 

Nel mondo non si ha altra scelta che quella tra la solitudine e la volgarità.

 

...

 

Quanto più ristretto è il nostro orizzonte, la nostra cerchia di attività e di contatti, tanto più siamo felici: quanto più è larga, tanto più spesso ci sentiamo tormentati o angosciati.

 

...

 

Ciò che nella vita reale mi ha sempre e ovunque ostacolato è stata la mia incapacità, fin negli anni della vecchiaia, di farmi un'idea autentica della meschinità e della bassezza degli uomini.

 

...

 

Alla fine tutti quanti siamo e restiamo soli.

 

 

Alla fine tutti quanti siamo e restiamo soli.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
°Stai ascoltando Leo Delibes - Coppelia - Waltz (1870)°
 

 
 Babieland Menu